Itinerari Gubbio

Un salto nella città di Gubbio: Itinerario nel borgo Medievale.


Itinerario consigliato da:
Alessandra Pettinelli Guida Turistica autorizzata dell'Umbria

Itinerari monumenti a Gubbio:

Arrivati a piazza 40 Martiri andate subito a visitare la Chiesa di San Francesco (XIII sec.) e date un'occhiata alla porta medievale detta 'degli Ortacci'. Sull'altro lato della piazza sorge la Loggia dei Tiratori della Lana (XVII sec.).

Camminate lasciandovi il loggiato sulla destra e, in fondo alla piazza, continuate la passeggiata una via molto suggestiva caratterizzata dalla presenza di ponticelli e case medievali. Attraversate l'ultimo ponticello e arrivate fino a via dei Consoli, l'asse viario principale della città medievale. Prendete a destra e dopo poco vi troverete sulla destra il Palazzo del Bargello (XIII sec.), con un esempio di 'porta del morto', e la famosa Fontana dei Matti (XVI sec.).

Da qui proseguite in salita e prendetevi una pausa nei numerosi negozi di artigianato e prodotti tipici. Le alte abitazioni che costeggiano via dei Consoli vi condurranno fino a piazza Grande, sulla quale si affacciano i palazzi comunali. Se volete approfondire l'arte locale e ammirare l'architettura di un magnifico palazzo trecentesco, fate una visita al Museo di Palazzo dei Consoli, nel quale sono esposte anche le famose Tavole di Gubbio. Riprendete via dei Consoli e dopo breve troverete sulla sinistra l'ascensore cittadino che vi condurrà alla Cattedrale (XIII-XIV sec.).

Usciti dalla chiesa sarete di fronte al Palazzo Ducale (XV sec.). Vale la pena scendere fino ai giardini pensili del palazzo per ammirare il panorama sui tetti e la pianura di Gubbio. I più pigri possono continuare a scendere a sinistra, fare una breve pausa per ammirare l'imponente Botte dei Canonici e quindi girare per via dei Galeotti che ritorna su Piazza Grande.

Chi, invece, vuole scoprire un altro angolo della città e riposarsi un po' nel verde, può passare sotto il Palazzo Ducale e, per una porticina sulla destra, entrare nel Parco Ranghiasci. Attraversando il parco arriverete vicino al Palazzo del Capitano del Popolo (XIII) e da lì, in pochi minuti potrete tornare al punto di partenza.

Se non avete fretta e pensate di fermarvi qualche ora in più, potete andare a visitare la chiesa di Sant'Agostino (XIII) e da lì prendere la funicolare per il Monte Ingino.

Arrivati in cima entrate nella Basilica di Sant'Ubaldo (XVI), nella quale è esposto alla venerazione dei pellegrini e alla curiosità dei visitatori, il corpo del Santo Patrono principale della città. Nella navata sinistra della chiesa, si trovano anche i tre Ceri di Gubbio, protagonisti della famosa festa.

Tornati in città, potete andare verso il corso, nei pressi del quale, una volta scesi a sinistra per via Armanni, troverete l'antica chiesa di San Pietro.

Un salto nella città di Gubbio: Itinerari Antichi Mestieri.


Itinerari antici mestieri Deruta - Gubbio - Gualdo Tadino - Orvieto:

Percorsi nelle città dell'Umbria: Itinerari di Antichi Mestieri Medievali.
Tra i principali poli di produzione di ceramica in Italia, l'umbria si classifica tra i primi posti concentrando principalmente la sua produzione in quattro città dell' umbria: Deruta, Gubbio, Gualdo Tadino, Orvieto; sicuramente un vanto per la nostra regione.

Dai mille colori le decorazioni, vengono riportate su piatti ornamentali, vasi e oggettistica per la casa, riproposti al turista come souvenir.

Con lo sviluppo della manifattura nel campo della ceramica, oggi è possibile proporre delle vere e proprie opere d'arte, rievocando scenari storici da tutti noi conosciuti.

Un salto nella città di Gubbio: Itinerari Arte e Spettacolo.


Itinerario consigliato da:
Margherita Anchino Guida Turistica autorizzata dell'Umbria

Itinerari Arte e Spettacolo Gubbio, Città di Castello, Montone, Umbertide:

La Corsa dei Ceri a Gubbio.
Appuntamento in piazza per partecipare alla più strabiliante, suggestiva, pittoresca corsa dei Ceri.

Visite guidate a Gubbio, Città di Castello, Montone, Umbertide, per ammirare il fascino storico ed artistico di borghi incantevoli.